parallax background

Canottaggio


Nel 1829, ad Henley (località a circa 50 km. da Londra), venne disputata la prima sfida tra le due università di Oxford e Cambridge, nata da un’idea di due amici e nel 1836 la regata venne disputata per la prima volta sul percorso, tutt’ora utilizzato, di 6 miglia tra Putney e Mortlake (Londra). Dal 1845 la “Boat Race” diventerà un appuntamento annuale, famoso in tutto il mondo.

Nel 1888 nasce la Federazione Italiana Canottaggio, con il nome di Rowing Club Italiano ed è una delle prime Federazioni Sportive destinata, con altre consorelle, a formare poi il CONI, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano.
Il 25 luglio 1892 a Torino prende vita la Fédération Internationale des Sociétés d’Aviron (FISA) organismo che tutt’ora sovrintende il mondo del canottaggio internazionale.
Il canottaggio è stato inserito tra gli sport olimpici a partire dal 1900 (Olimpiadi di Parigi).


Settore tecnico

Reale Società Canottieri Querini: canottaggio

Questo stupendo sport coniuga alla perfezione potenza, elasticità e resistenza muscolare che, insieme al gesto tecnico armonioso e ciclico, lo rendono uno sport affascinante ed elegante, che mette in evidenza tutte le caratteristiche psico-fisiche di quella che è la straordinaria “macchina umana”. Inoltre, è da evidenziare come il canottaggio sia uno sport che viene praticato in quelli che sono dei veri e propri “paradisi” della natura, fiumi, laghi e (con il coastal rowing) tratti di mare di una bellezza estrema.

Pur affondando le sue radici nei secoli passati, il canottaggio è uno sport al passo con i tempi e molte delle tecnologie utilizzate nella costruzione delle imbarcazioni e dei remi sono di derivazione aerospaziale (per i materiali compositi) e vengono effettuati continui studi per quanto riguarda l’idrodinamicità delle imbarcazioni e l’applicazione delle forze. Tali caratteristiche rendono il canottaggio uno sport altamente “tecnico”, che richiede conoscenze specifiche sia per quanto riguarda gli strumenti e le imbarcazioni ma anche e soprattutto per il loro miglior utilizzo e messa a punto delle impostazioni (le imbarcazioni vanno “adattate” in base agli atleti intervenendo su molteplici variabili).

La storia di questo sport è stata segnata da campioni dello stampo di sir Steve Redgrave (inglese, 5 ori olimpici) e, in Italia, dai fratelli Abbagnale (Giuseppe, Carmine e Agostino), Tizzano, Galtarossa, Sartori e molti altri.

Settore tecnico

L’attività agonistica del canottaggio è regolamentata dal Codice delle regate che stabilisce tutte le linee guida per la partecipazione alle manifestazioni agonistiche nazionali. In tale codice (che prende comunque spunto dalle regole FISA), sono stabilite le categorie di atleti (che si differenziano per età, ma anche per peso) e le caratteristiche delle imbarcazioni, il cui unico vincolo fondamentale resta il peso delle stesse e l’uso del carrello scorrevole.

In estrema sintesi si può dire che il canottaggio si può praticare in imbarcazioni:

di tipo “olimpico” (dette anche “fuoriscalmo”), caratterizzate dalla forma estremamente affusolata e che permette il massimo rendimento in termini di velocità;
di tipo “regolamentare”, imbarcazioni in legno o materiale composito dalla forma più larga e stabile;
da “coastal rowing”, inaffondabili e adatte all’utilizzo in mare aperto anche in condizioni di mare mosso;
di tipo “propedeutico”, adatte all’apprendimento della voga.

Una differenza fondamentale è poi quella del tipo di voga che si
distingue in:

voga di punta: ogni atleta manovra un solo remo (l’unico remo è
impugnato con due mani);
voga di coppia: ogni atleta manovra due remi (uno per mano).

La tabella 1 riporta le categorie e le distanze di gara
(M–maschile, F–femminile) per le imbarcazioni di
tipo olimpico (O), regolamentare (R):

Categoria Età anni Peso atleta Distanza gara O/R
Allievo A M-F 10 Non prevista
Allievo B1 M-F 11 1000 m./n.p.***
Allievo B2 M-F 12 1000 m./n.p.
Allievo C M-F 13 1500 m./n.p.
Cadetto M-F 14 1500 m./n.p.
Ragazzo M-F 15-16 2000 m./n.p.
Junior M-F 17-18 2000 m./1000 m.
Under 23 M 19-22 2000 m./1500 m.
Under 23 F 19-22 2000 m./1000 m.
Under 23 PL* M 19-22 70/72,5** 2000 m./1500 m.
Under 23 PL* F 19-22 57/59** 2000 m./1000 m.
Senior (assoluti) M 23 in poi 2000 m./1500 m.
Senior (assoluti) F 23 in poi 2000 m./1000 m.
Senior PL* M 23 in poi 70/72,5** 2000 m./1500 m.
Senior PL* F 23 in poi 57/59** 2000 m./1000 m.
Master M-F 27 in poi 1000 m./1000 m.
*PL (Peso Leggero);
** 70 o 57 si riferisce al peso medio dell’equipaggio, in pratica la somma dei pesi dei singoli atleti diviso per il numero degli stessi non deve superare il peso previsto. I singoli atleti non devono pesare oltre i 72,5 kg (uomini) e 59 (donne);
*** Non prevista.

Per le regate in imbarcazioni di tipo “regolamentare” e di “coastal rowing” i PL e Under 23 rientrano tutti nell’unica categoria dei Senior.
È inoltre prevista la categoria “Esordienti” per gli atleti che abbiano compiuto i 17 anni di età e che non abbiano mai preso parte a competizioni organizzate dalla FIC sia in acqua che in terra.

Le imbarcazioni devono poi rispettare le seguenti caratteristiche:

Imbarcazione tipo (sigla) Lunghezza scafo (m.) Peso minimo imbarcazione (kg.)
Propedeutico (7,20) 7.20* 18.5
Propedeutico GIG a 2 8.45 60
Propedeutico GIG a 4 10.50 80
Di coppia Olimpico
Singolo (1X) 8 14
Doppio (2X) 10.5 27
Quattro di coppia (4X) 13 52
Di punta Olimpico
Due senza timoniere (2-) 10.5 27
Due con tim. (2+) 10.5 32
Quattro senza tim. (4-) 13 50
Quattro con tim. (4+) 13 51
Otto con tim. (8+) 18 96
Di coppia Regolamentare
Canoino 7* 25
Doppio canoe 8* 40
Di punta Regolamentare
Jole a 2 vogatori e tim. 8.50* 60
Jole a 4 vogatori e tim. 10.50* 90
Jole a 8 vogatori e tim. 14.50* 150
Di coppia Coastal rowing
Singolo 6* 35
Doppio 7.50* 60
Di punta Coastal rowing
Quattro con tim. 10.70* 150
* Lunghezza obbligatoria

Per le imbarcazioni di tipo olimpico la lunghezza è solo orientativa e varia normalmente in base al peso dell’equipaggio per il quale l’imbarcazione viene prodotta (normalmente all’elevarsi del peso medio dell’equipaggio corrisponde un allungamento nella costruzione dell’imbarcazione)


Reale Società Canottieri Querini: canottaggio, settore tecnico

Reale Società Canottieri Querini: canottaggio
Reale Società Canottieri Querini: canottaggio
Reale Società Canottieri Querini: canottaggio